Matrimonio

Descrizione Procedimento 
Requisiti:
Per effettuare le pubblicazioni in Valledoria almeno uno dei futuri sposi deve essere residente in questo Comune (art. 94 C.C.) ed entrambi devono essere maggiorenni o ammessi al matrimonio ai sensi dell'art. 84 del C.C.

Cosa occorre
1) richiesta di pubblicazione del Parroco del comune di Valledoria per il matrimonio concordatario;
2) richiesta del Ministro di Culto, per il matrimonio acattolico;
3) per gli stranieri: la dichiarazione del Consolato competente in Italia o altra autorità dello Stato di appartenenza dalla quale risulti che nulla osta al matrimonio (art. 116 C.C.). Il documento dovrà essere legalizzato, pena la non validità, dalla Prefettura competente se rilasciato in Italia; dall’Ambasciata o Consolato d’Italia quando viene rilasciato all’Estero. (A meno che non esista apposita convenzione con l’Italia che lo esenti dalla legalizzazione).
N.B. :  per gli altri documenti previsti per le pubblicazioni sarà cura dell'ufficio richiederli agli enti interessati.

Procedura
Gli sposi, una volta che tutta la documentazione richiesta è stata acquisita, potranno concordare con l’Ufficio Matrimoni un appuntamento per effettuare la pubblicazione. Il giorno fissato per l’appuntamento gli sposi dovranno presentarsi:
- con la richiesta del parroco o del ministro di culto, (nel caso di matrimonio che lo preveda);
- documenti di riconoscimento non scaduti; carta di identità, passaporto, patente di guida con foto non superiore ai 10 anni od ogni altro documento con fotografia rilasciato da una pubblica amministrazione ai propri dipendenti.
N.B. :La pubblicazione ha validità di 180 giorni, trascorsi i quali si considera come non avvenuta.

Quanto costa
2 marche da bollo da € 14,62 da portare il giorno delle pubblicazioni in caso di coniugi residenti in questo comune;
3 marche da bollo da € 14,62 in caso di pubblicazione anche in altro comune.

Per i matrimoni civili 
E' necessaria la conferma del matrimonio, da parte di uno o entrambi gli sposi, due giorni prima della data concordata con l’Ufficio per la celebrazione. Il giorno della conferma i suddetti dovranno indicare le esatte generalità dei due testimoni del matrimonio (due complessivamente) ed il regime patrimoniale scelto. 
Al fine di evitare equivoci, sl informa che l’appuntamento per il matrimonio si considera fissato esclusivamente quando e’ stato concordato e messo in agenda dal personale dell'ufficio matrimoni.

Regime patrimoniale degli sposi
l’art. 159 del C.C. dispone che il regime dei rapporti patrimoniali tra i coniugi e quello della comunione dei beni. Se gli sposi intendono invece scegliere il regime della separazione dei beni lo dovranno dichiarare all’Ufficiale dello Stato Civile (per il matrimonio civile) o al Sacerdote (per il matrimonio concordatario) prima della celebrazione del matrimonio e dovranno verificare che tale dichiarazione sia stata realmente inserita nell’atto di matrimonio (la sola dichiarazione verbale non costituisce separazione dei beni).

Libretto di famiglia internazionale
Gli sposi che ne abbiano interesse potranno chiederlo all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune in cui è registrato l’atto di matrimonio.

Rif. Normativi 
Codice Civile;
Ordinamento dello Stato Civile - D.P.R. 396/2000;
D.P.R. 28.12.2000, n. 445.

Allegati

  1. 359_2