Deleghe di pensione (Inps-Inpdap)

Descrizione Procedimento 
Per le domande che riguardano la riscossione di benefici economici da parte di terze persone, è necessaria l’autenticazione della sottoscrizione. Il delegante deve pertanto recarsi personalmente all’Ufficio Anagrafe e sottoscrivere la delega in presenza del funzionario incaricato dal Sindaco.
Per le persone impossibilitate a recarsi presso l'ufficio comunale, l'autentica può essere eseguita dal funzionario nel domicilio del dichiarante, previa presentazione del certificato rilasciato dal medico curante.
Nel caso in cui il delegante non sappia o non sia in grado di firmare, provvederà all’autentica il solo pubblico ufficiale. Non è più previsto l’obbligo della presenza dei due testimoni.
Le deleghe per la riscossione della pensione di un vivente da parte di terza persona, sono esenti dall'imposta di bollo e da diritti di segreteria, mentre quelle per la riscossione dei ratei di pensione maturati e non riscossi, sottoscritte dagli eredi, sono soggette al pagamento dell’imposta di bollo.

Requisiti richiesti
Aver compiuto 18 anni.
Documentazione richiesta
Documento di riconoscimento valido.
E’ necessaria la presenza del delegante.

Costo
Le autenticazioni sono soggette al pagamento dell'imposta di bollo a meno che non siano previste esenzioni per lo specifico uso al quale sono destinate.
• € 0.52 se in bollo (più € 14,62 in marche da bollo);
• € 0.26 se esente (tab. B - DPR 642/72 e successive modificazioni);
• Nessun costo in caso di esenzione dal pagamento dei diritti di segreteria.

Durata del procedimento
Rilascio immediato.

Rif. Normativi 
Articolo 30 D.P.R. 445/2000
Articolo 38 comma 3 D.P.R. 445/2000
Articolo 21 comma 2 D.P.R. 445/2000
tab. B - DPR 642/72 e successive modificazioni