CIE - Carta di Identità Elettronica

Cosa è
La nuova Carta di identità elettronica è il documento personale che attesta l’identità del cittadino, realizzata in materiale plastico, dalle dimensioni di una carta di credito e dotata di sofisticati elementi di sicurezza e di un microchip a radiofrequenza (RF) che memorizza i dati del titolare.
La foto in bianco e nero è stampata al laser, per garantire un’ elevata resistenza alla contraffazione.
Sul retro della Carta il Codice Fiscale è riportato anche come codice a barre.

A cosa serve
Oltre all’impiego ai fini dell’identificazione, la nuova Carta di identità elettronica può essere utilizzata per richiedere una identità digitale sul sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale). Tale identità, utilizzata assieme alla CIE, garantisce l’accesso ai servizi erogati dalle PP.AA. Per maggiori informazioni consultare la sezione apposita.

Descrizione Procedimento -modalità di richiesta
La Carta di identità elettronica deve essere richiesta  presso l'ufficio anagrafe di questo comune situato al piano terra della casa comunale. Il documento può essere richiesto in qualsiasi momento e la sua durata varia secondo le fasce d’età di appartenenza.
Nel dettaglio:
•  3 anni per i minori di età inferiore a 3 anni;
•  5 anni per i minori di età compresa tra i 3  e i 18 anni;
• 10 anni per i maggiorenni.

 L'interessato dovrà recarsi presso l'ufficio anagrafe munito di documento di identità, Tessera Sanitaria e fototessera, in formato cartaceo o elettronico, su un supporto USB. La fototessera dovrà essere dello stesso tipo di quelle utilizzate per il passaporto. Le indicazioni su come effettuare correttamente la foto sono disponibili nel sito dedicato alla CIE raggiungibile attraverso il seguente link “Modalità di acquisizione foto”.

Nel caso in cui il richiedente la CIE sia genitore di minori è necessario che presenti anche dichiarazione di assenso all’espatrio sottoscritta dall’altro genitore o esercente la responsabilità genitoriale, ai sensi della legge n. 1185 del 1967. In alternativa è necessario fornire l’autorizzazione del giudice tutelare. L’assenso ovvero l’autorizzazione del giudice devono essere presentati anche nel caso in cui la richiesta di emissione del documento riguardi il minore.

Il cittadino, nel momento della domanda:
• In caso di primo rilascio esibisce all’operatore Comunale un altro documento di identità in corso di validità. Se non ne è in possesso dovrà presentarsi al Comune accompagnato da due testimoni;
• In caso di rinnovo o deterioramento del vecchio documento consegna quest’ultimo all’operatore comunale;
• Consegna all’operatore comunale la Tessera Sanitaria;
• fornisce copia della ricevuta di pagamento dei Diritti CIE (o in alternativa versa in contanti direttamente allo sportello l'importo dovuto);
• Verifica con l’operatore comunale i dati anagrafici rilevati dall’anagrafe comunale;
• Fornisce, se lo desidera, indirizzi di contatto per essere avvisato circa la spedizione del suo documento;
• Indica la modalità di ritiro del documento desiderata (consegna presso un indirizzo indicato o ritiro in Comune);
• Fornisce all’operatore comunale la fotografia;
• Procede con l’operatore comunale all’acquisizione delle impronte digitali;
• Fornisce, se lo desidera, il consenso ovvero il diniego alla donazione degli organi;
• Firma il modulo di riepilogo procedendo altresì alla verifica finale sui dati;

Donazione degli Organi: Una scelta in Comune
All’atto della richiesta di emissione della Carta il cittadino può esprimere il consenso/diniego alla donazione degli organi. Il CNT assicura la gestione di tale informazione. Il rilascio della dichiarazione di volontà relativa alla donazione degli organi è facoltativo e può essere effettuato solo sul territorio nazionale. Per ulteriori informazioni visita la pagina dedicata.


Il cittadino riceverà la CIE all’indirizzo indicato entro 6 giorni lavorativi dalla richiesta. Una persona delegata potrà provvedere al ritiro del documento, purché le sue generalità siano state fornite all’operatore comunale al momento della richiesta.

Nel caso di impossibilità del cittadino a presentarsi allo sportello del Comune a causa di malattia grave o altre motivazioni (reclusione, appartenenza ad ordini di clausura, ecc.), un suo delegato (ad es. un familiare) deve recarsi presso il Comune con la documentazione attestante l’impossibilità a presentarsi presso lo sportello. Il delegato dovrà fornire la carta di identità del titolare o altro suo documento di riconoscimento, la sua foto e il luogo dove spedire la CIE. Effettuato il pagamento, concorderà con l’operatore comunale un appuntamento presso il domicilio del titolare, per il completamento della procedura.

Costo
Diritti CIE  € 22,21 (quale corrispettivo per il rilascio della CIE, diritti fissi e di segreteria);
In caso si tratti di un duplicato di documento non ancora scaduto l'importo dovuto corrisponderà a € 27,37.

Modalità di pagamento
• attraverso Bonifico Bancario sul conto corrente 
       intestato al Comune di Valledoria
       IBAN IT48U0101587661000000012671
       causale: Rilascio CIE (seguito da cognome e nome del titolare del documento);
• In contanti allo sportello.

Durata del procedimento
6 giorni lavorativi dalla data della richiesta (previo appuntamento).

Rif. Normativi 
Articolo 3 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza;
Regio decreto 18 giugno 1931, n. 773
LEGGE 16 giugno 1998, n. 191
DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 22 ottobre 1999, n.437
DECRETO LEGISLATIVO 7 marzo 2005, n. 82
Codice dell’amministrazione digitale. Art. 64, Art. 65.   
DECRETO-LEGGE 31 gennaio 2005, n. 7
DECRETO-LEGGE 19 giugno 2015, n. 78
DECRETO 23 dicembre 2015.
DECRETO 25 maggio 2016.